Microsoft Exchange Server 2007, fine del supporto

Pubblicato il: 12/04/2017
Autore: Redazione ChannelCity

Martedì 11 aprile 2017, Microsoft ha cessato il supporto di Exchange Server 2007. Questo vuol dire che non saranno più rilasciati aggiornamenti alle nuove funzionalità. Soprattutto, non verranno più forniti fix relative a bug e alla sicurezza. Attenzione che da luglio in avanti anche altri prodotti non verranno più aggiornati.

Da mercoledì 11 aprile 2017, Microsoft ha cessato il supporto di Exchange Server 2007. Questo vuol dire che non saranno più rilasciati aggiornamenti alle nuove funzionalità. Soprattutto, non verranno più forniti fix relative a bug e alla sicurezza.
Per le aziende cha hanno ancora un installato di questo tipo di prospettano due possibilità: continuare ad affidarsi alla soluzione on premise e migrare alle versione più recente di Exchange, con un passaggio step by step che implica integrazione della versione 2013 e passaggio successivo alla versione ultima del 2016 oppure passare in cloud a Office 365.
La fine del supporto di Exchange Server 2007 precede anche altre scadenze che si succederanno nel corso del 2017, perciò affrontare ora la questione puntando sul Cloud Computing consente di gestire in anticipo l'obsolescenza di altri sistemi:

  • 11 luglio 2017: Microsoft Office Groove 2007
  • 10 ottobre 2017: Office 2007; Project Server 2007; SharePoint Server 2007 ovvero 27 Milioni di utenti di Office 2007 non riceveranno più gli aggiornamenti di sicurezza
  • 31 ottobre 2017: le versioni rilasciate prima di Outlook 2010 SP2 non saranno più in grado di collegarsi con il servizio Office 365 Exchange Online
In generale entro il 2020, 140 milioni di utenti business di Office nel mondo avranno necessità di aggiornare la loro suite di Office in vista di due grandi scadenze: alla fine del supporto di Office 2007 ad ottobre 2017 (la seconda versione di Office più in uso nel mondo) seguirà la fine del supporto di Office 2010 nel 2018 (la prima versione di Office più in uso nel mondo).
Per aiutare le aziende italiane ad affrontare al meglio questi cambiamenti e a gestire con consapevolezza il proprio percorso di migrazione, Microsoft collabora con il proprio ecosistema di Partner offrendo formazione e supporto.
Sul mini-sito dedicato è possibile trovare maggiori informazioni e suggerimenti: https://support.office.com/it-it/article/Roadmap-della-fine-del-ciclo-di-vita-di-Exchange-2007-c3024358-326b-404e-9fe6-b618e54d977d. Anche il programma Microsoft FastTrack offre utili risorse per la migrazione e per cogliere i vantaggi della trasformazione digitale in una logica di Trusted Cloud.

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota