ServiceNow, Bernardo Palandrani è il Partner Director Sud Europa

Pubblicato il: 03/04/2017
Autore: Redazione ChannelCity

Daniel Österbergh è il nuovo Area Vice President Channel & Alliances EMEA mentre Bernardo Palandrani è il Partner Director per il Sud Europa.

ServiceNow, società che opera  in ambiente cloud enterprise, con sede a Santa Clara, California, è in forte crescita e per lo sviluppo del business europeo ha nominato Daniel Österbergh Vice President Channel & Alliances for EMEA e Bernardo Palandrani, Partner Director Sud Europa.
servicenow bernardo palandrani.pngPalandrani si occuperà delle operazioni di Canale specifiche nel Sud Europa, portando avanti il piano dell’azienda di continuare a dare importanza all’IT service management (ITSM) ma allo stesso tempo focalizzandosi nel costruire relazioni con i partner per raggiungere numeri importanti nel customer service management, SecOps e HR.
Bernardo Palandrani inizia la sua carriera nel mondo IT negli anni ’80 e recentemente ha maturato importanti esperienze in Symantec, come Commercial & Channel Manager Italy, e in EMC come Channel & Mid Market Geo Director.

Daniel Österbergh si occuperà di reclutare nuovi partner strategici, creare opportunità con funzioni aziendali chiave e lanciare una nuova strategia di go-to-market. L’obiettivo è far crescere l’apporto al business del Canale e raggiungere l’obiettivo dei 4 miliardi di dollari di fatturato nel 2020. Österbergh riporterà a Tony Beller, Worldwide VP for Channel & Alliances, e guiderà un team di regional channel e alliance manager in Francia, Germania, UK ed Europa del Sud.
Österbergh lavorerà a stretto contatto con il ServiceNow strategy group e anche con l’EMEA VP of Sales, Philip van der Wilt per assicurare un allineamento completo con il canale vendite.
Österbergh vanta un’esperienza di più di 10 anni in ruoli di canale in aziende IT. Prima di entrare in ServiceNow è stato senior channel director, EMEA Europe West EMC, dove in 5 anni ha contribuito a portare l’apporto del canale al business dal 50% all’80% del fatturato.
“Sono anni che seguo ServiceNow ed è chiaro come l’azienda abbia una posizione unica sul mercato, grazie al fatto di riuscire a ricreare l’esperienza end-user alla quale siamo abituati come consumatori in ogni reparto aziendale - ha affermato Daniel Österbergh -. La chiave per la nostra strategia di go-to-market è creare delle partnership strategiche, iniziare nuove trattative di business e andare a interagire con quei mercati ancora non coperti oltre l’IT service management”.
A fine gennaio 2017 ServiceNow ha annunciato i risultati finanziari per il quarto trimestre e per l’anno fiscale 2016. I risultati GAAP per l’anno fiscale 2016 riportano il fatturato totale di 1.390,5 milioni di dollari per una crescita annuale del 38%. ServiceNow EMEA contribuisce attivamente a questa crescita e al miglioramento della base clienti. I partner giocano un ruolo chiave nella strategia regionale di ServiceNow, che ha attualmente accordi con oltre 200 aziende in tutta EMEA.

Categorie: Nomine

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Area Social

Vota